Presidio in piazza Bra in difesa del contratto per l’industria alimentare

Categoria: | 20-10-2020

Si è svolto ieri, 19 ottobre, in occasione di un incontro organizzato da Confindustria Verona in Arena, a cui era presente anche il presidente Bonomi, un presidio unitario insieme ai metalmeccanici, a difesa di entrambi i contratti scaduti ormai l’anno scorso. In particolare il contratto dell’industria alimentare è stato firmato solo da alcune associazioni che compongono Federalimentare, con un accordo sottoscritto il 31 luglio scorso, mentre il resto della compagine tarda a firmare quello che di fatto è l’unico contratto possibile. Come Fai, ci preme sottolineare che non ci saranno altre trattative, altri tavoli, altri contratti: l’unico contratto che riconosciamo è quello firmato il 31 luglio scorso, che garantisce diritti e tutele a 360° per tutti i lavoratori e le lavoratrici del settore che, non dobbiamo mai dimenticare di sottolinearlo, durante le settimane più dure della pandemia hanno lavorato con grande senso di responsabilità, revocando lo stato di agitazione proclamato in seguito alla rottura del tavolo di trattativa, per assicurare i rifornimenti dei magazzini della Gdo ed evitare cosi che, oltre alle difficoltà generate dalla pandemia, si aggiungessero quelli relativi alla mancanza di approvvigionamenti.

INFO FAI